Logo
LogoHomePer i professionistiChi è Wefight?
Italia
Italiano
Visualizzare tutti gli articoli

4 consigli per gestire il tuo peso con una malattia cronica

CONSIGLIO
Vik Asma

Da: Vik

5 mesi fa

Alcune malattie croniche come la depressione, la fibrosi polmonare idiopatica o la sclerosi multipla possono condurre alla perdita di peso. Altre malattie, come i disturbi della tiroide e il diabete di tipo 2, invece, possono portare all'aumento di peso. Tuttavia, mantenere un peso stabile è importante per restare in forma e mantenere una buona qualità di vita. A tal fine, mangiare bene è fondamentale, soprattutto quando si convive con una malattia cronica. Per aiutarti, ecco i miei consigli per mantenere il tuo peso forma:   

 

1. Consumare pasti equilibrati e variati   

In ogni caso, sia che si voglia dimagrire o guadagnare qualche chilo, mangiare in modo equilibrato e vario è fondamentale. Ma cosa significa un pasto equilibrato? È facile perdersi tra i diversi tipi di nutrienti, il numero di calorie e così via. Ricordati quindi questa semplice regola per una sana alimentazione... In un piatto equilibrato, è necessario:   

  • Un quarto di carboidrati: riso, pasta, quinoa, couscous, pane...   
  • Un quarto di proteine: legumi, frutti di mare, uova, tofu, noci, insetti...  
  • Due quarti di verdura: carote, peperoni, pomodori, zucchine, ecc... 

Il passo successivo consiste nell'evitare il consumo frequente di alimenti ultra-lavorati: cioccolato, biscotti, torte, ecc. In questo caso, basta guardare l'elenco degli ingredienti sulla confezione; se sono più di cinque, si tratta di un prodotto ultra-lavorato e che dunque bisogna consumare con moderazione.  

Per alcune malattie croniche, un’alimentazione specifica fa parte integrante del trattamento. Se sei in questo caso, rivolgiti al tuo medico affinché possa indirizzarti da un nutrizionista.   

 

2. Scrivere un diario alimentare  

Per seguire una dieta equilibrata e mantenerla nel tempo, può essere utile possedere un diario alimentare! In effetti, in questo diario puoi annotare i tuoi pasti (frequenza, contenuti, quantità...)! È molto importante mangiare ciò che ti piace per mantenere le buone abitudini senza sentirsi frustrati. Con questo diario, puoi anche annotare il tuo peso e confrontarlo nel tempo, per osservarne l'evoluzione. Questo strumento è molto utile nel caso in cui si voglia gestire il proprio peso con l'aiuto di un professionista della salute (nutrizionista, dietologo medico di fiducia...); serve infatti come cronologia per annotare dei possibili cambiamenti della propria alimentazione o del proprio peso corporeo. 

3. Monitorare l'IMC  

Esiste uno strumento che permette di valutare in maniera obbiettiva il proprio peso: l’IMC. Si tratta dell'Indice di Massa Corporea, una misura molto semplice che permette di sapere in quale fascia si colloca il proprio peso. Convalidato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, questo strumento consiste in un calcolo molto semplice:   

IMC = peso / altezza al quadrato 

 

Sappi che l'IMC non è in grado di valutare la reale composizione corporea, così come non permette di conoscere la distribuzione del grasso corporeo nell'individuo. Si tratta di un indicatore generale. Quindi, è importante rivolgersi ad un professionista sanitario, lui saprà valutare il tuo caso e darti dei consigli specifici e adeguati. 

 

4. Muoversi per 30 minuti al giorno   

L'attività fisica, anche se minima, è un modo efficace per rimanere in forma. Quando senti parlare di "attività fisica", potresti pensare che non faccia per te e che sia troppo faticosa da praticare a causa della tua malattia. Sappi che fare una passeggiata per trenta minuti è sufficiente ed è considerata come un’attività fisica! Non è necessario praticare uno sport a livello agonistico. In effetti, puoi camminare, andare in bicicletta, ballare o fare degli esercizi che più ti piacciono, l’importante è che tu faccia muovere un po’ il tuo corpo e i tuoi muscoli. E se hai una malattia cronica che ti impedisce di praticare un'attività, puoi provare l’AFA: Attività Fisica Adattata. Ti invito a parlarne con il tuo medico affinché possa consigliarti al meglio. 

  

Mantenere il peso forma non è sempre facile, ma un’alimentazione equilibrata, talvolta adattabile alla malattia, è efficace! Non esitare quindi a parlarne con il tuo medico. Se lo ritiene necessario, può suggerire di consultare un professionista della nutrizione.   

  

Spero che questi consigli ti siano utili,   

Con tutto il mio sostegno,  

Vik 

Tutti gli articoli

CONSIGLIO

4 consigli per vivere meglio con l'asma in inverno

4 consigli per vivere meglio con l'asma in inverno 

L'inverno si avvicina e l'aria diventasecca e fredda, il che costituisce un fattore scatenante degli attacch id'asma.  Incontriamo Aurelien, dottore in farmacia e esperto di prodottimedicali per l'asma. In questoarticolo, condivide i suoiconsigli su come affrontare l'inverno con l'asma.

CONSIGLIO

L'inverno influisce sulla sessualità: ecco delle soluzioni per porvi rimedio!

Perdita del desiderio sessuale, stanchezza, disturbi dell'umore sono tutti segnali che si manifestano durante il periodo invernale, momento in cui la luce naturale diminuisce. Scopri i consigli di Sebastien Landry per rimediare a questo problema.

CONSIGLIO

Un giorno nella pelle di un paziente

Un giorno nella pelle di un paziente

La quotidianità di un paziente non è facile. Le sfide che dobbiamo affrontare sono dovute all'impatto della malattia, che non è sempre facile da gestire. Sono Camille, una paziente affetta da dermatite atopica, e in questo nuovo articolo ti racconto una mia tipica giornata.

CONSIGLIO

Mamma e paziente: 4 consigli per fare attività fisica e godersi la vita in famiglia

Mamma e paziente: 4 consigli per fare attività fisica e godersi la vita in famiglia

Se sei mamma e, come me, sei affetta da una malattia cronica, so che spesso puoi sentirti stanca e sopraffatta dalla vita familiare e da tutto il resto. In questo articolo ti do tutti i miei consigli per aiutarti a gestire al meglio la tua condizione!

CONSIGLIO

Come la mia condizione di salute mi ha reso più consapevole dal punto di vista ecologico

Come la mia condizione di salute mi ha reso più consapevole dal punto di vista ecologico

Conciliare la vita quotidiana da paziente con le proprie scelte ecologiche non è sempre facile. Questo sentimento può sfociare nel senso di colpa e persino nell'eco-ansia. Ma non devi sentirti colpevole! Ecco alcuni gesti quotidiani per trovare un equilibrio tra i tuoi valori e la tua salute!

CONSIGLIO

L’ansia non mi fa dormire

L’ansia non mi fa dormire

Quando è ora di andare a letto, a volte le ansie bussano alla porta e ti impediscono di dormire. Hai fatto di tutto per scacciarle? Scopri in questo articolo altri metodi per addormentarti più facilmente!