logo

Visualizzare tutti gli articoli

La malattia cronica al tempo del Covid

CONSIGLIO

Giacomo di Falco, Psico-oncologo

Da: Giacomo di Falco, Psico-oncologo

Pubblicato 12 mese fa

“L'ultimo anno non è stato facile per tutti noi, ma in particolare ha complicato molte cose per coloro che avevano già una malattia cronica. 

Il fenomeno della de-programmazione delle visite e delle terapie, per esempio, ha avuto un impatto molto forte sul trattamento dei pazienti. Dubbi ed incertezze si sono insinuati in un percorso di vita che era già stato sconvolto dalla diagnosi.  

Alcuni di voi potrebbero avere paura di andare in ospedale perché potrebbe esserci il rischio di contrarre il Covid. Altri possono addirittura aver cancellato o posticipato gli appuntamenti ed altri ancora possono non esservi andati affatto.  

Non preoccupatevi, perché ci sono due "percorsi" molto diversi in ospedale per i pazienti che hanno il Covid e per quelli che sono in cura per altre patologie. Ricordatevi di prendervi cura di voi stessi e per questo, dal momento in cui ricevete l'annuncio della vostra malattia, dovete continuare il vostro vostro percorso di trattamento, perché le possibilità di vederne la fine sono numerose, molto più numerose ovviamente di quelle che avreste se vi arrendete per paura di questa malattia che ha già bloccato troppe persone e troppe speranze. 

Abbiate cura di voi stessi, non trascurate le vostre visite mediche! Sono importanti per condurvi alla fase successiva della vostra vita". 

Giacomo Di Falco, Psico-oncologo

share